14th

Dicembre

La Vigna di Leonardo e la sua Malvasia

Una storia dimenticata lega Leonardo da Vinci alla città di Milano: la storia di una vigna. La Vigna di Leonardo appunto. Nel 1498 Leonardo Da Vinci terminò uno dei suoi più grandi capolavori: “L’Ultima Cena”. L’opera fu commissionata da Ludovico il Moro, allora Duca di Milano, ed è situata all’interno della Basilica di Santa Maria Delle Grazie. Fu questo uno dei principali motivi che portò Ludovico il Moro a donare a Leonardo una vigna. 

Leonardo, durante il periodo di realizzazione dell’opera (quattro anni circa), alloggiava nei pressi della Basilica, ed è proprio lì che sorge la vigna: Casa degli Atellani.

Casa degli Atellani fu originariamente donata da Ludovico il Moro, nel 1490 circa, a Giacometto di Lucia dell’Atella. Ad inizio 1500 gli spazi furono sequestrati dai Francesi, che sconfissero Il Moro, e fu proprio Leonardo Da Vinci a recuperarli, per poi lasciarli in eredità ad un servitore e all’allievo Gian Giacomo Caprotti. 

Ad oggi, più di 500 anni dopo, la vite è stata recuperata grazie ad attenti studi sul DNA realizzati in collaborazione con L’Università di Milano. 

Vigna di Leonardo

Nel 2018 ha dato i suoi frutti che hanno permesso di realizzare “Il Vino di Leonardo”, La Malvasia di Milano, le cui bottiglie sono state messe all’asta e battute per cifre vicino ai 28 Mila Euro.

La Vigna di Leonardo è visitabile all’Interno del complesso “Casa Degli Atellani” in Corso Magenta, nel pieno centro storico di Milano.

Avatar photo
- Published posts: 8

Dopo i percorsi accademici in Filosofia e in Politiche europee e internazionali, ha iniziato a lavorare nel mondo dell'editoria e della comunicazione nel 2011 per una Casa Editrice di saggistica filosofica. Attualmente si occupa di media relations e di giornalismo con un focus sull'innovazione e sulle tematiche economico-finanziarie; in questo ultimo settore ha seguito anche la comunicazione delle società quotate e delle aziende che devono intraprendere il processo di IPO.

Comments are closed.